lunedì 17 settembre 2012

Aspartame



Ricevo e soddisfo volentieri la richiesta di un lettore, Andrea.

"Ciao Leonardo,
ho trovato molto interessante il tuo approfondimento relativo al colesterolo.
Immagino tu sia al corrente della vera storia dell'aspartame, dalla sua approvazione in America, agli studi su questo prodotto che sembra essere cancerogeno per l'uomo e che si trova dappertutto, pensa su oltre 500 farmaci in commercio!!!
Direi che tale argomento merita un tuo articolo non trovi...
Ti allego il riassunto della puntata che Report ha dedicato a questo delicatissimo caso... direi un vero e proprio scandalo...
Se hai bisogno di ulteriori informazioni scrivimi pure, ah dimenticavo vai a vedere anche le ricerche che l'Istituto Ramazzini di Bologna sta conducendo, veramente interessanti quanto inquietanti...
Se magari hai già trattato questo argomento senza che me ne accorgessi, come non detto ;)
Ci aggiorniamo.
Ciao"

Oltre al video che ho postato in alto, qui trovate una lista di link per approfondire l'argomento sugli studi condotti dall'Istituto Ramazzini di Bologna.
Devo essere sincero, finora non ne avevo parlato perché i cibi confezionati, le bibite, le caramelle, le gomme e altre "schifezze" di questo tipo sono escluse a priori dal "vocabolario" di questo blog, avendovi lasciato intendere, fin dall'inizio, l'importanza di un certo tipo di alimentazione, improntata sui cibi naturali. Però mi sembra anche giusto dare un'informazione il più possibile ampia, visto che molti hanno figli e non si rendono conto del danno che certi (chiamiamoli) alimenti possono potenzialmente provocare nel lungo periodo. Inoltre, come già scritto da Andrea, l'aspartame è presente in molti farmaci, così come in alcuni dentifrici..... ma di cosa ci sorprendiamo più, ormai!
Non ho voluto scrivere molto su questo dolcificante, il servizio di Report è più che esauriente (qui trovate anche la trascrizione) e non c'è molto da spiegare:
E V I T A T E L O !!!

8 commenti:

  1. ....la strada migliore da seguire ed una piccola luce ad illuminarla.....

    RispondiElimina
  2. Vabbeh, non è che perchè lo dice report bisogna prenderlo per oro colato..tu stesso inviti sempre ad approfondire gli argomenti.
    Ricordo in particolare una puntata in cui avallavano le teorie complottiste sull'11 settembre..
    Consiglio quindi la lettura di questo articolo che tratta l'argomento in modo scientifico.
    http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/05/02/dice-report/215103/
    (molto interessante anche il suo libro Pane e bugie)

    RispondiElimina
  3. Conosco e seguo Bressanini, è un chimico e sa scrivere. Ho trovato molto utili alcuni suoi articoli. Ma ti invito a notare come, nell'articolo da te citato, utilizzi furbescamente (non so a quale scopo) la tecnica dello screditare, tra l'altro per validi motivi, alcune dichiarazioni o servizi fatti da Report o altri giornalisti su alcuni argomenti scientifici e poi scarichi questa deduzione sulla puntata dell'aspartame. Come dire: se hai sbagliato una volta, allora sbaglierai sempre. Sull'aspartame si limita a inserire, a sua volta, come hai fatto tu, dei link che rimandano ad altri articoli che criticano anch'essi il servizio di Report. Ho letto anche quelli e non li ho trovati poi così convincenti. Ma rimango comunque in attesa di controdeduzioni scientifiche che annullino, senza ombra di dubbio, qualsiasi ombra sull'aspartame. Anche perché, il VERO problema degli additivi e della chimica sintetica applicata all'alimentazione non è tanto legato al singolo elemento introdotto, tra l'altro con metodi decisamente poco trasparenti, ma dall'interazione che avviene tra i tanti. E un chimico questo dovrebbe saperlo molto bene, non credi? Hai presente i video fatti mettendo delle Mentos nella Coca Cola Light?
    Entrare nel merito è proprio ciò che più mi piace fare e non penso di essere stato superficiale in questo caso, per lo meno non in misura minore dello stesso Bressanini, dal quale attendo ancora una risposta relativamente al suo interessante discorso sugli OGM (che lui "dimostra" non essere dannosi), ma considerando che grossa parte delle colture di questo tipo sono state create per i cereali e la soia, quindi per mangimi ed esseri umani, non riesco proprio a capire quale sarebbe il vantaggio per l'umanità, visto che sono alimenti deleteri per noi e per le mucche, maiali, pesci, ecc. Direi che il buon senso e l'occhio critico sia sempre bene mantenerli nei confronti di tutto e tutti, Report incluso. Però, se permetti, male che vada, io un principio di precauzione me lo tengo sempre ben stretto, considerando anche che sono contrario all'eccessivo intervento dell'uomo sulla natura. Per fare cosa, poi? Per arrivare a 10 miliardi di abitanti sulla terra? Più massa, più potere da gestire in poche mani, più business per le multinazionali, più scuse per dover imporre delle scelte radicali e innaturali, altrimenti le persone muoiono di fame. Lascio a te le riflessioni del caso, personalmente ho le idee molto chiare e non ho dubbi da che parte stare: la mia!

    RispondiElimina
  4. Io invece di dubbi ne ho molti, dato che ritengo da sempre che siamo ancora nel medioevo in quanto a conoscenze infatti è difficile raggiungere conclusioni certe su troppe cose.
    E' vero che nel link non parla direttamente dell'aspartame ma di un suo leit motiv, ovvero della divulgazione scientifica che in italia è da barzelletta, basta sentire un servizio ad un tg(1-6) basato su fantomatiche ricerche di un qualsiasi istituto o università finanziato da chissà chi.
    La puntata di report mi aveva insospettito da quando cercava di dimostrare che la quantità di aspartame ritenuta dannosa al giorno non fosse poi così alta..a me sembrava altissima e quasi impossibile da raggiungere..da lì una ricerca in rete e voilà tutto ed il contrario di tutto.
    Anche la ricerca del Ramazzini sembrava abbastanza screditata, perciò rimango dubbioso sulla puntata.
    Per gli ogm: mi sembrano sia la nuova agricoltura biologica o la sua evoluzione.
    Non si tratta solo di aumentare la qualità, ma anche la qualità e la resistenza alle malattie ed ai parassitari, che lo si faccia soprattutto (ma non solo) sui cereali è ovviamente perchè sono le coltivazioni maggiori.
    E' quello che i contadini hanno sempre fatto a casaccio con gli incroci tra colture diverse: ora si può fare in modo quasi scientifico (quasi perchè siamo ancora alle prime armi dopotutto).
    Anche la distinzione tra naturale ed artificiale non è così scontata...ripeto,consiglio a tutti di leggere anche i libri di bressanini, od almeno il suo blog.

    RispondiElimina
  5. Bene, allora! Continuiamo a devastare i terreni con le monocolture dei cereali (OGM o meno che siano)! Per fare cosa? Almeno tu mi rispondi? A me sembra che con la scusa del miglioramento della coltivazione di alcune specie di frutta e verdura, poi, alla fine, il vero interesse sia su mais, soia e altri cereali. Direi che la vita non è fatta di sola chimica, dato che prima vengono le scelte di buon senso e di opportunità, ma non quella di pochi. Nessuno vuole morire di fame, ma con questa paura addosso, neanche voglio mangiare merda. Sono scelte di vita, a te lascio volentieri cereali e aspartame, goditeli insieme a Bressanini. A proposito di letture (già detto che il blog di Bressanini lo conosco), ti consiglio "Il dilemma dell'onnivoro" di Michael Pollan, tanto per capire qual'è il quadro della situazione a livello mondiale dal punto di vista dell'industria agroalimentare e di come siamo diventati dei mangiatori di avanzi della II guerra mondiale (già, perché è solo grazie all'intervento della cara chimica che oggi ci possiamo permettere questo schifo di agricoltura). Pag. 53: 1947, storia del nitrato di ammonio per fertilizzare i campi e riempirli di azoto di sintesi, di cui il mais ibrido è il più avido. Buon appetito :-)

    RispondiElimina
  6. e poi guarda le casualità della vita..... proprio oggi esce questo articolo http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/09/20/mais-ogm-uccide-studio-choc-in-francia-allarme-del-governo-e-della-commissione-ue/357857/ Sempre buon appetito con Bressanini, vi consiglio un bel dolce fatto con farina di Mais della Monsanto e aspartame (per mantenere la linea).

    RispondiElimina
  7. anche la ricerca di cui parla l'articolo del FQ è già stata smontata e accusata di malafede..siamo alle solite...motivazioni economiche da entrambe le parti..

    RispondiElimina
  8. tu devi essere uno di quelli a cui piace far polemica fine a se stessa. Ma la ricerca scientifica in questione l'hai letta di persona? Sai cosa c'è scritto? Dai, fai uno sforzo e cerca di tornare con degli argomenti più interessanti, che so? Un link, un resoconto, qualcosa? Ma qua devo lavorare solo io?! :-)
    P.S.: ce la fai a seguire questo link http://www.heraldonline.com/2012/09/19/4274523/first-peer-reviewed-lifetime-feeding.html e poi a procurarti il pdf dello studio? Se non ce la fai, scrivimi un'email che te lo mando io. Sarà ora che leggi dalle fonti, piuttosto che dai giornalai! Oppure lascia perdere ed evita di intasarmi il blog ;-)
    P.P.S.: c'è sempre l'opzione "B". Offriti volontario, insieme ad altri convinti come te, e mangia quella bontà di mais per un po' sotto osservazione. Tanto è roba sana..... mangi pure aggratise, che vuoi di più dalla vita? (Un Monsanto!)

    RispondiElimina

Verranno esclusi tutti i commenti off-topic, volgari e privi del rispetto necessario per un sereno confronto sul tema discusso. Chiedo un po' di pazienza per la loro pubblicazione, dato che li modero personalmente e non sono sempre davanti al pc.