venerdì 18 luglio 2014

Farmaci chemioterapici per la colite ulcerosa???


Ricevo e pubblico questa email firmata.

"Ciao Leonardo, sono la mamma di Marisa (nome di fantasia, ndr) di 37 anni. Forse ti ho già scritto in un'altra occasione. Marisa si è ammalata tre anni fa circa di colite ulcerosa. Per fortuna non è stato necessario operarla e ora sta abbastanza bene. La sua cura è la "mercaptopurina". Recentemente ha subito l'asportazione di due nei uno sulla gamba e l'altro sulla spalla. Neanche a dirlo tutti e due maligni. Per quello della gamba le hanno "dovuto" togliere il linfonodo sentinella uno all'inguine ed un altro sulla coscia creando delle ferite di circa 10 cm. Comunque sono risultati negativi così ci siamo messi il cuore in pace. Lei stessa ha sentito recentemente su facebook nel gruppo dei malati di crohn ecc. che ad altri è successa la stessa cosa a seguito della cura con questi immunosoppressori. E' in cura in ospedale  ma non viene preso molto in considerazione il fatto dei nei con la rcu. Tra reparti praticamente non si consultano. Vorrei convincerla, prima di una ricaduta, a seguire la Paleo dieta. Noi tutti seguiamo già a grandi linee quella del dott. Mozzi. Mia figlia convive da anni con un bravissimo ragazzo che si adopera e si interessa molto di capire le cause di queste malattie. Penserebbero anche ad avere un bambino e il dottore dell'ospedale ha detto che non ci sono problemi!? Scusa Leonardo della lungaggine, ma spero di averti fatto un quadro della situazione per poterci consigliare un medico-naturopata-nutrizionista che faccia al caso di mia figlia. Grazie mille e vai avanti così."

Ma leggiamo qualcosa di questo farmaco (fonte wikipedia):

Effetti indesiderati

Alcuni degli effetti indesiderati causati dalla mercaptopurina comprendono la diarrea, la nausea, il vomito, la perdita dell'appetito, il dolore distomaco/addominale, l'astenia, le chiazze cutanee, lo scurimento della pelle, o la perdita di capelli. Le reazioni avverse gravi includono le ferite della bocca, la febbre, il mal di golaemorragia facile, macchie rosse sulla pelle, l'ingiallimento degli occhi o della pelle, minzionedolorosa o difficile e urina scura. Gli effetti secondari improbabili ma gravi includono: feci di colorito nerastro (feci picee) che contengono sangue digerito (melena), ed ematuria (sangue nell'urina). I sintomi della reazione allergica alla mercaptopurina includono l'eruzione cutanea,pruritogonfiorevertigine, difficoltà nel respirare.
La mercaptopurina causa anche la mielosoppressione (soppressione della produzione dei globuli bianchi e dei globuli rossi). Può essere anche tossica al midollo osseo. I pazienti a cui è stata somministrata la mercaptopurina devono, quindi, realizzare conteggi settimanali dei globuli bianchi presenti nel sangue. Quando si verifica dopo questi conteggi un calo non spiegato e anormalmente grande dei globuli bianchi, il paziente deve smettere di prendere il farmaco almeno temporaneamente. Le persone che mostrano mielosoppressione o tossicità contro il midollo osseo durante l’uso della mercaptopurina devono essere esaminate per verificare la mancanza dell’enzima Tiopurina S-metiltransferasi (TPMT). I pazienti con la mancanza di TPMT sono molto più suscettibili allo sviluppo di una pericolosa mielosoppressione. Può essere possibile continuare la somministrazione di mercaptopurina a tali pazienti, ma ad una dose più bassa.

Avvertenze

La mercaptopurina può abbassare la capacità dell’organismo di combattere le infezioni. Chi assume la mercaptopurina deve avere il consenso del medico per ricevere le immunizzazioni e levaccinazioni. Inoltre è suggerito che durante l’uso del farmaco si eviti la presenza di persone che hanno recentemente ricevuto il vaccino orale di poliomielite.
L’uso di questo farmaco non è generalmente consigliato durante la gravidanza, ma ciò è stato dibattuto e alcuni studi attuali indicano che le donne incinte che usano il farmaco non presentano aumenti nelle anomalie fetali. Tuttavia, le donne che ricevono la mercaptopurina durante il primo trimestre della gravidanza hanno una maggiore incidenza aborto. Davis e altri, nel 1999, hanno dimostrato che la mercaptopurina, comparato al metotrexato, era inefficace come singolo agente abortivo; le donne che hanno ricevuto soltanto la mercaptopurina durante lo studio hanno presentato attività cardiaca fetale due settimane dopo la somministrazione del farmaco. [5]
La mercaptopurina causa alcuni cambiamenti nei cromosomi in animali ed in esseri umani. Nei ratti, questi cambiamenti hanno provocato delle mutazioni mortali. Il farmaco ha, quindi, il potenziale di causare cancro negli umani.


Scusate, ma c'è qualcosa che non mi torna: viene prescritto un farmaco potenzialmente tossico, utilizzato nel trattamento delle leucemie, per trattare un'infiammazione cronica intestinale? E tutto ciò che infiamma l'intestino nell'alimentazione non viene considerato? E gli agenti esterni che "provocano" il sistema immunitario non vengono eliminati? E il sistema immunitario stesso non viene indagato sulla sua capacità regolatrice? Quindi stiamo dando agenti chemioterapici a soggetti la cui vitamina D non è neanche presa in considerazione? Praticamente è come tagliare via i piedi a una persona alla quale si sono addormentati, invece di riattivargli la circolazione sanguigna! Questa è vera e propria negligenza medica, come spiega Coimbra rispondendo a una mia domanda sulla sperimentazione. E le conseguenze per questi medici potrebbero essere anche di tipo giuridico, così come ci spiegano i ricercatori dell'U.O Geriatria II Facoltà di Medicina e Chirurgia. Sapienza Università Roma. Az Osp S.Andrea: "In conclusione, se l’obiettivo che ognuno di noi medici ha è quello non solo di non nuocere ai nostri pazienti ma anche di guarirli, omettere di trattare una situazione come la carenza di vitamina D con una supplementazione che si è dimostrata sicura, tollerata e a basso costo, non è solo una superficialità ma può diventare una vera e propria omissione di cui potremmo dover rispondere nei prossimi anni non solo a livello di coscienza personale ma anche a livello legale."
Non penso di esagerare dicendo che Josef Mengele avrebbe qualcosa da imparare da queste pratiche mediche del Nuovo Medio Evo!

1 commento:

  1. Lun altro, tanto c'è né un bel po. Come fosse un tubo da giardino. È un vicolo cieco, bisogna smetterla con questo inutile bombardamento di terribili e costosissimi farmaci e indagare sulle cause. Qualcuno glielo deve dire. Il mucchio di larve umane dei loro fallimenti è lì a provarlo.

    RispondiElimina

Verranno esclusi tutti i commenti off-topic, volgari e privi del rispetto necessario per un sereno confronto sul tema discusso. Chiedo un po' di pazienza per la loro pubblicazione, dato che li modero personalmente e non sono sempre davanti al pc.