venerdì 29 agosto 2014

Uomo e batteri


Forse, non è l'uomo a ospitare i batteri, ma sono i batteri a ospitare l'uomo.
Questa riflessione nasce spontanea dopo aver visto la prima parte di questo documentario dell'australiana ABC (televisione statale che fa servizio pubblico!). Viene confermato quanto sia fondamentale ciò che mangiamo per la prevenzione, ma anche per il trattamento delle patologie più comuni. La mancanza di fibre (da frutta e verdura, non dai cereali integrali!) e l'eccessiva presenza di cibo elaborato dall'industria alimentare scatenano una risposta immunitaria e infiammatoria che provoca le patologie (che per il corpo non sono altro che uno strumento di difesa e di adattamento a condizioni altrimenti insostenibili).

DA QUI POTETE ANCHE PASSARE DIRETTAMENTE AL DOCUMENTARIO, IL RESTO DEL POST E' SUL POLEMICO ANDANTE..... FATE VOI :-)


Certo, non ci fa una bella figura tutto l'associazionismo legato alle numerose patologie che ci affliggono, che fa poco più che da cassa di risonanza delle case farmaceutiche, dando indicazioni ai suoi associati solo su questo argomento (nella maggioranza dei casi). Organizzano eventi sponsorizzati dalle ditte che poi vi vendono i farmaci e hanno anche il coraggio di professarsi "dalla parte dei pazienti". Se così fosse, dopo 3 anni che ripeto sempre le stesse cose (e non sono il solo), riportando semplicemente studi e ricerche disponibili a tutti, qualcuno avrebbe fatto un passo e cominciato a includere questi "nuovi" argomenti nei loro convegni. Ma, si sa, o si parla di farmaci (visto che è chi li produce che sovvenziona l'evento) oppure si parla di alimentazione nel modo corretto. Eh si, perché tu puoi anche coprirti con la biblica "foglia di fico", facendo relazionare un incompetente sulla nutrizione, che invece di dare le giuste indicazioni peggiora la situazione, ma non hai reso alcun servizio a chi ne ha bisogno. Eppure gestiscono parecchi soldi proprio per questo motivo. E io, cretino, che faccio tutto gratis. Comunque sia, mi specchio sempre con serenità e quando poggio la testa sul cuscino dormo come un pupo. Non so loro come facciano, ma tant'è!

Da questo oceano di notizie in arrivo dall'emisfero australe ne escono malconci anche i vegani/vegetariani, ma loro hanno la loro scienza, venendo giustamente da un altro pianeta (probabilmente Vegan, mi dicono). Saluto anche gli amici di Fruttemberg (giuro, esiste!), che vivono principalmente di frutta, beati loro. Ragazzi, a quanto pare siamo proprio cacciatori/raccoglitori..... le proteine animali le dovemo magna'!
A questo proposito, chi mi segue su facebook, sa del mio netto allontanamento dal M5S negli ultimi tempi. Non voglio di certo stare qui ad ammorbarvi con le mie vicissitudini, ma dato che vi avevo in qualche modo coinvolto col mio entusiasmo giusto pochi mesi fa, a questo punto un chiarimento da parte mia è dovuto. Appena dopo essermi candidato alle preselezioni per le europee, ho letto una proposta di legge di matrice vegana da parte di un tale Mirko Busto, deputato pentastellato, la quale recita al comma 1 dell'art. 4:
"In tutte le mense pubbliche, convenzionate e private, o che svolgono in qualsiasi modo servizio pubblico di ristorazione collettiva, ivi comprese le mense aziendali e interaziendali, le mense che svolgono servizi di ristorazione prescolastica, scolastica, universitaria, ospedaliere e nei pubblici esercizi che svolgano servizio di somministrazione di alimenti e bevande in forma sostitutiva, quali bar e ristoranti convenzionati con i luoghi di lavoro, deve essere garantito un giorno a settimana nel quale sono somministrati solo menu privi di qualsiasi alimento di origine animale."
Inutile dirvi che questa per me (e per la Scienza) è una bestemmia! Per non parlare della limitazione della libertà della persona dal punto di vista costituzionale. Insomma, da questo episodio ho cominciato a scavare (come mio solito) e ha osservare le cose da un punto di vista diverso. Diciamo che mi si sono schiarite le idee. Per me, questo è lo sbando ed è inconcepibile che da un MoVimento nato con dei principi saldamente legati ai cittadini, nascano poi iniziative da parte di minoranze che approfittano semplicemente della loro posizione favorevole per portare avanti le loro battaglie, anche se a danno del prossimo. Ma scherziamo?! E, sia chiaro, sarei d'accordo con un vegano se si incazzasse se un deputato del M5S presentasse una proposta di legge a favore di chi mangia paleo. Ma io dico: ma si può imporre per legge cosa far mangiare alle persone?! Ecco perché, secondo me, questo MoVimento è già morto, purtroppo. Naturalmente, questa è solo la punta dell'iceberg, ma non voglio stare qui ad annoiarvi. Mi interessava solo rendervi noto il perché di una mia decisione, che sinceramente non avrei mai pensato di prendere.

Ok, godetevi questa prima parte del documentario e ricordatevi di attivare i sottotitoli in basso a sinistra, accanto alla rotellina. Per la seconda parte, spero di riuscire a finirla la prossima settimana.
STAY TUNED!

1 commento:

  1. Ciao Leo complimenti sempre per il tuo immenso impegno. Mi spiace per la decisione sul M5S e non e' da Leo mollare cosi ;) dai magari ci ripensi e ritorni piu motivato di prima!

    RispondiElimina

Verranno esclusi tutti i commenti off-topic, volgari e privi del rispetto necessario per un sereno confronto sul tema discusso. Chiedo un po' di pazienza per la loro pubblicazione, dato che li modero personalmente e non sono sempre davanti al pc.