martedì 23 dicembre 2014

Resoconto donazioni ottobre-dicembre 2014

"Il mulino non macina senz'acqua".

Questo ho imparato sulla mia pelle e grazie alla mia malattia: se non dai la giusta benzina al tuo motore, prima o poi si ferma oppure non sarà mai efficiente come potrebbe.
La stessa cosa vale per un progetto che persegui, che richiede una serie di input vitali: inventiva, forza di volontà, studio, collaborazione e risorse. Gli ultimi due elementi non dipendono totalmente da noi, ma richiedono la partecipazione di altre persone che si è stati in grado di coinvolgere. E quando quasi 100 persone aprono il loro portafogli per contribuire con circa € 7.500 in 3 mesi, semplicemente per stima e riconoscenza nel lavoro che hai fatto, allora non puoi che avere delle buone sensazioni per il futuro.

Perdonatemi se non vi nomino uno per uno per ringraziarvi, ma sappiate che il vostro contributo avrà come prima felice conseguenza la nascita di un'associazione di promozione sociale (APS), che punterà a diventare una ONLUS. Divulgazione, formazione e (nei limiti della disponibilità economica) sostegno alla ricerca in campo medico. Nello specifico, vitamina D, nutrizione evoluzionistica (paleo) e altre terapie alternative, ma con solide basi scientifiche. Insomma, un sogno per tutti noi, la realizzazione di ciò che abbiamo sempre desiderato: un'approccio terapeutico a misura d'uomo, che non vede la malattia come un corpo estraneo, ma come la perdita di un equilibrio biochimico, funzionale ed emotivo.

L'associazione sarà nazionale, anche se inizialmente non potrà iscriversi a questa categoria, fino a quando non verranno aperte un certo numero di sedi regionali e provinciali, come da specifica regolamentazione. Questo significa che la vostra partecipazione e il vostro spirito d'iniziativa saranno ancor più determinanti. Prossimamente vi fornirò le modalità per diventare promotori e responsabili della sede territoriale. Per ora, facciamo il primo passo, che è già notevole.

Altri piccoli progetti sono in cantiere, anche se l'obiettivo dei 30.000 euro (realizzato al 25% in soli 3 mesi) non è stato raggiunto, così come avevo scritto nel post che ha lanciato questa iniziativa. Senza un adeguato sostegno economico, per me sarà impossibile intraprendere percorsi alternativi, tipo aspettativa non retribuita o passaggio da full-time a part-time nel mio lavoro, così da potermi dedicare quasi esclusivamente a tutte le attività che ruotano intorno a questo blog. Ci tengo a fare di più e meglio, ma non posso mettere a rischio il mio bilancio familiare, soprattutto in un periodo così buio. Organizzare convegni, come sto facendo col lancio del tour (la prima data sarà a Lecce, mi raccomando di non mancare!) richiede tempo, parecchio tempo. Se poi aggiungiamo tutte le attività che seguo quotidianamente per darvi supporto, le ricerche per aggiornarmi, la collaborazione fantastica coi medici per coordinare al meglio i vari aspetti che conoscete bene, il tentativo di fare dei corsi di formazione per il personale sanitario e tante altre cose che non sto neanche qui a elencare, ecco che il tempo non basta mai.

Chiudo questo post, augurandovi di passare dei giorni di festa sereni e di riuscire a ricaricare le batterie per un nuovo anno, nel quale poter perseguire i vostri progetti. Personalmente, spero che uno di questi sia il nostro. Uniti si vince!

Nessun commento:

Posta un commento

Verranno esclusi tutti i commenti off-topic, volgari e privi del rispetto necessario per un sereno confronto sul tema discusso. Chiedo un po' di pazienza per la loro pubblicazione, dato che li modero personalmente e non sono sempre davanti al pc.