lunedì 31 marzo 2014

Un passo importante nella mia vita


Sono felice come un bambino e mi sento emozionato per la decisione che ho preso. La mia candidatura alle Europee 2014 con Il M5S significa molto per me e, permettetemelo, potrebbe essere importante per tutti. Vorrei continuare il mio lavoro proprio lì dove vengono prese decisioni importanti, sempre insieme a voi, come ho fatto finora.
Ormai mi conoscete e sapete per cosa lotto e in cosa credo, quindi vi lascio al mio video di presentazione e vi sarò davvero grato se vorrete commentarlo direttamente su YouTube e condividerlo il più possibile con i vostri contatti.
In questa prima fase ci sarà una preselezione di quelli che saranno poi i candidati alle elezioni europee, per cui mi potrà votare solo chi è già iscritto al M5S e ha la residenza nel Lazio. Per questo, è importante che condividiate il più possibile la mia candidatura, se avete fiducia in me e nelle battaglie che porto avanti da anni.
Comunque andrà, sarà un successo, perché il fine ultimo è quello di divulgare certi concetti e più persone ne saranno informate, meglio sarà. Se poi dovessi addirittura essere eletto, allora la sinergia con il MoVimento sarà esplosiva! In fondo, tutto è nato dalla pubblicazione di una mia intervista sul blog di Beppe Grillo e il mio incontro con Gianroberto Casaleggio fu tanto cordiale quanto costruttivo. Se non fosse stato per loro, probabilmente non mi avreste conosciuto e io non avrei potuto aiutarvi così come sto facendo adesso. Infine, personalmente mi sono sempre rispecchiato nelle battaglie di questo MoVimento di cittadini onesti e nella volontà di attuare un cambio culturale oramai inevitabile.

Un abbraccio, Leo.

mercoledì 26 marzo 2014

Fabiana, sclerosi multipla primaria progressiva e alte dosi di vitamina D

ANTICIPAZIONE SOLO PER VOI

video


Breve estratto dell'intervista a una paziente di Coimbra con sclerosi multipla primaria progressiva. Queste dichiarazioni faranno cadere dalla sedia parecchi neurologi... e me lo auguro per il bene di tutti. Fabiana ora sta bene e nel video spiega che, prima di iniziare il protocollo, aveva 13,9 ng/ml di vitamina D nel sangue, che ora il livello è salito alla cifra stratosferica di 1.269 ng/ml e che la sua dose di D3, oggi, è di 180.000UI al giorno. Avete letto bene, centottantamila. La dose è stata aggiustata 3 volte per trovare la corretta quantità. Effetti collaterali, zero!
L'obiettivo è di far scendere il paratormone vicino al livello minimo del range di riferimento del laboratorio e fare in modo che la sintomatologia regredisca, fino a sparire.
Quindi, misuratevi sia la vitamina D (l'esame si chiama 25(OH)D3) che il paratormone.
Fate girare.
Leonardo Rubini.

P.S.: NESSUNO può superare le 10.000UI al giorno di integrazione di vitamina D, senza essere sotto stretto controllo medico!