mercoledì 24 giugno 2015

Protocollo Coimbra: aggiornamento sui medici italiani

Il dr. Augusto Pellegrini continuerà a seguire i pazienti che già hanno effettuato con lui la prima visita, tuttavia, per motivi personali e professionali, si trova costretto a interrompere la presa in carico di nuovi pazienti per i prossimi 12 mesi.

Tutti coloro che hanno inviato un'email per prenotare la prima visita con lui, verranno inseriti in una lista d'attesa, nella quale verrà rispettato l'ordine cronologico originale. Questa lista d'attesa verrà girata al dr. Paolo Giordo e ai futuri medici che si saranno formati in Brasile. Ogni paziente avrà quindi facoltà di decidere se rivolgersi al dr. Giordo oppure se attendere nuovi medici. Vi ricordo che da fine settembre, primi di ottobre, dovrebbe esserci già un nuovo medico, sempre in Toscana. Per altri eventuali, sto finendo di prendere accordi, per cui avrete aggiornamenti a breve.

Mi dispiace per questo stop del dr. Pellegrini, ma dopo una lunga telefonata ho avuto modo di comprendere a fondo le sue ragioni e, anzi, gli fa onore aver fatto questa scelta, seppur a malincuore. Il fatto che aveva già un impegno professionale ancor prima di conoscere il protocollo Coimbra, e di non poter quindi seguire nel modo opportuno troppi pazienti, lo ha spinto a fermarsi. Ad oggi, ha già circa 280 pazienti che seguono il protocollo, per cui prenderne altri significherebbe lavorare di corsa e male.

Riassumendo, per circa 3 mesi avremo un vuoto, che verrà riempito da un altro medico. E' comunque un disagio, ma per fortuna limitato. Aspetto comunque il dr. Pellegrini tra un anno, quando avrà avuto modo di risolvere le sue questioni e riprenderà a pieno regime!
Buon lavoro, doc!

Nessun commento:

Posta un commento

Verranno esclusi tutti i commenti off-topic, volgari e privi del rispetto necessario per un sereno confronto sul tema discusso. Chiedo un po' di pazienza per la loro pubblicazione, dato che li modero personalmente e non sono sempre davanti al pc.