martedì 23 giugno 2015

Quando costruisci una casa

Quando costruisci una casa devi essere consapevole di averlo fatto e non perdere mai di vista i tuoi meriti. Senza dubbio, non puoi non fare i complimenti a chi poi ha fatto l'impianto elettrico e idraulico, a chi l'ha dipinta e a chi l'ha arredata. Ma non permettere mai di lasciar pensare che il merito dell'esistenza della casa sia di altri.
Senza la casa non ci sarebbe il salotto dove mettere i divani, le pareti dipinte di bianco, prese elettriche e rubinetti. Questo vuol dire che tutti sono importanti nel far crescere un progetto, il problema nasce quando l'idraulico si monta la testa e vuole fare il costruttore, allora saltano gli schemi e la casa va in rovina. Perché anche l'elettricista e il pittore e l'arredatore entrano in confusione e nessuno fa più bene il suo lavoro. Così, se nessuno si occupa di fare la giusta manutenzione, la casa diventa un luogo privo di armonia.
Per questo, ho dovuto abbandonare la vecchia casa. Ma ora ne costruirò una nuova e starò ben attento a farlo dalle FONDAMENTA questa volta e a scegliere collaboratori con la testa sulle spalle. Preziosi nel loro ruolo e consapevoli dell'importanza di ciò che si sta portando avanti.
Tutto questo, per dirvi che è appena nato un gruppo facebook dedicato, che si chiama appunto "Il protocollo Coimbra in Italia".
Vi aspetto qui per approfondire tutti gli aspetti che riguardano questa terapia innovativa per le malattie autoimmuni, la quale si basa sulle alte dosi di vitamina D.
DAI DAI DAI!!!!

Nessun commento:

Posta un commento

Verranno esclusi tutti i commenti off-topic, volgari e privi del rispetto necessario per un sereno confronto sul tema discusso. Chiedo un po' di pazienza per la loro pubblicazione, dato che li modero personalmente e non sono sempre davanti al pc.