venerdì 2 marzo 2018

La Costituzione del 1948 è il nostro faro


"Non basta parlare di sovranità se non c'è dentro
tutta la nostra Costituzione del '48."
Stefano Rosati - Candidato Presidente

"A questo tipo di sovranità io tengo"
Lelio Basso - Padre Costituente

Con oggi, si chiude questa campagna elettorale, la nostra prima esperienza. Abbiamo cercato in tutti i modi di riempirla di contenuti programmatici, che potessero dare l'idea di ciò che vogliamo realizzare e fossero in grado di farvi capire in cosa consiste il nostro progetto, non solo a livello regionale, ma nazionale. Se non lo avete ancora fatto, vi invito a leggere il nostro programma completo.

Dato che le parole scritte sono in grado di trasmettere solamente una parte del contenuto, ho inserito qui in alto il video della conferenza stampa del nostro candidato Presidente alla Regione Lazio, Stefano Rosati, così che possiate farvi un'idea della serietà, competenza e visione di Riconquistare l'Italia, la nostra lista che concorrerà a una decina di elezioni regionali da qui al 2020, con lo scopo di poterci presentare alle politiche che verranno.

Questa programmazione è stata concertata fin dall'inizio, non essendo noi un partito costruito sul marketing, ma che ha un progetto a lungo termine, il quale è ovviamente inconciliabile con realtà che non siano radicate nei vari territori e non conti su una base di militanti ampia e volenterosa. Per cui, prendete queste mie parole come un invito a unirvi a noi, dopo averci conosciuti, apprezzati e ritenendo almeno l'80% del nostro programma condivisibile. Vi assicuro che la militanza politica è un'esperienza meravigliosa e vi sentirete molto più liberi che restando chiusi e rancorosi verso un sistema che non vi piace, rimanendo dietro a una frustrante tastiera.

Veniamo al voto di domenica 4 marzo per le elezioni regionali nel Lazio e a cos'è il voto disgiunto.


Come vedete dal fac-simile sopra (cliccate sull'immagine per ampliarla), la scheda verde che riceverete al seggio sarà per votare il vostro candidato Presidente, più una lista, potendo anche esprimere una preferenza. Quindi, potete apporre due croci, ed è ammesso che quella per la lista non corrisponda al candidato Presidente collegato. Per capirci, potete scegliere Zingaretti, la Lombardi, Parisi o altri candidati Presidente e, contemporaneamente, mettere una croce sul simbolo della lista Riconquistare l'Italia, scrivendo Rubini accanto.
Certo, il voto migliore è quello nel quale sceglierete Stefano Rosati come candidato Presidente, insieme a me come candidato Consigliere! Ma, essendo consapevoli della distanza che ci separa dagli altri per la Presidenza e avendo come nostro chiaro obiettivo di fare un primo fondamentale passo dentro le Istituzioni, abbiamo considerato di sfruttare l'opzione del voto disgiunto, così da superare la soglia del 3% e far entrare in Consiglio un nostro militante. La base della politica è il buon senso, i mitomani e gli esaltati li lasciamo ad altri.

Auguro buon voto a tutti e, soprattutto, di avere dei referenti che vi soddisfino, non di votare il meno peggio. È un approccio che porta a un inevitabile declino e, infatti, dopo decenni di menopeggismo i risultati sono sotto gli occhi di tutti. Per questo, abbiamo deciso di impegnarci personalmente, così da costruire una vera alternativa all'attuale politica, che vede schieramenti tutti europeisti, liberisti e contro la nostra amata Costituzione.

L'UNIONE EUROPEA È LA MALATTIA, LA COSTITUZIONE DEL 1948 È LA CURA

_